Sanità: prevenzione e attrezzature, Giada Gervasi in prima linea a Sabaudia

Cittadini al Lavoro prosegue nella tutela e promozione della salute, da sempre all’ordine del giorno della mission politica del consigliere Giada Gervasi. Un punto del suo programma politico che ha sempre trovato un respiro importante e che oggi rinnova il suo impegno con tre appuntamenti dedicati.

locandina 2 aprileIl 2 aprile, a Borgo Vodice, la lista civica promuove la giornata di prevenzione dell’aorta, con un apposito screening ecografico gratuito (rivolto a soggetti con patologie non accertate). Dalle ore 9 alle 12, presso la palestra del borgo, sita in via dei Pionieri, ci si potrà sottoporre a visita ed esami specifici per la prevenzione dell’aneurisma dell’aorta addominale, ovvero una dilatazione permanente di quest’arteria, che ne indebolisce la struttura, e la cui rottura causa almeno 6 mila morti in Italia. Più del 50% di chi ne è colpito non arriva neppure in ospedale e solo circa il 50-60% di chi è operato in urgenza riesce a salvarsi.

“Cifre e percentuali che fanno paura e che non possiamo più permetterci – commenta il consigliere Gervasi – Ecco perché è indispensabile affidarsi alla prevenzione. Basta poco, una semplice ecografia, per poter valutare lo stato di salute dell’aorta, e all’occorrenza, programmare con tempo gli interventi e le precauzioni necessarie”. Prenotazioni al 333-6238982

Ma la giornata del 2 aprile vede un doppio appuntamento. Alle ore 9 Cittadini al Lavoro consegnerà all’istituto comprensivo “Cencelli” di Sabaudia, sede di Borgo Vodice, il defibrillatore acquistato con i gettoni di presenza del consigliere Gervasi e con una serie di eventi di raccolta fondi organizzati durante tutto l’anno da Cittadini al Lavoro e dai suoi Gruppo Giovani e Gruppo Donne. Iniziative conviviali e di intrattenimento che hanno permesso alla lista civica di poter acquistare il macchinario “salvavita” ma anche di poter istruire al suo utilizzo, attraverso corsi di formazione ad hoc, cittadini ed operatori.

Sportello-del-CittadinoUn momento di grande importanza che rientra nel progetto “Sabaudia, città cardioprotetta”, finalizzato alla dislocazione nel centro urbano e nei borghi e periferie di apposite colonnine provviste di defibrillatore, come avviene oramai in molte città italiane, soprattutto in quelle a forte vocazione turistica come Sabaudia. Quello del 2 aprile, non sarà infatti l’unica donazione che Cittadini al Lavoro intende fare, bensì la prima di tante altre. Ragion per cui, già in quella serata, la lista civica organizza un apericena di raccolta fondi per proseguire nel progetto, presso Il Pineta di Sabaudia.

“La salute è un diritto imprescindibile – commenta la Gervasi – come amministratori della città dobbiamo metterci al servizio della tutela e promozione della salute, anche attraverso la realizzazione di progetti come questo. Io voglio vivere in una città cardioprotetta che sia in grado di intervenire tempestivamente in situazioni di emergenza, attraverso strumentazione adeguata e personale, anche non sanitario, formato e pronto a mettersi a disposizione del prossimo, con altruismo e condivisione. È bene ricordare che tutelare la salute equivale a salvaguardare il diritto alla vita”.

E l’impegno per il benessere della popolazione di Sabaudia prosegue anche domani (domenica 20 marzo) con un nuovo appuntamento dello Sportello del Cittadino. Il rinomato stand della lista civica torna in piazza a Sabaudia per proseguire nella raccolta firme della petizione volta a chiedere l’integrazione del servizio di  Sportello per gli utenti ubicato presso l’Ufficio Medicina di Base e Piani Terapeutici dell’Asl di Sabaudia, in via Conte Verde, nonché per ripristinare e/o integrare l’erogazione dei Servizi a beneficio dell’utenza (per esemplificare: ortopedia, igiene, ginecologia, corso pre-parto, mammografie e  radiografie ecc.).

Giada Gervasi ConsigliereCittadini al lavoro è consapevole che tali scelte siano il risultato di manovre economiche imposte dalla finanza pubblica, e soprattutto dei numerosi sforzi che l’azienda sanitaria locale compie al fine di fornire i servizi connessi alla soddisfazione del bene primario costituzionalmente garantito, ossia il diritto alla salute – prosegue il consigliere comunale – Ma non riesce a rimanere indifferente ai numerosi disagi che, a nostro malgrado ma soprattutto a malgrado della stessa asl di latina, gli utenti sono costretti a subire, soprattutto le fasce più deboli. Chiediamo un ulteriore sforzo all’azienda usl di latina, consapevoli di quanto fatto finora dalla stessa per garantire i livelli minimi assistenziali. I cittadini di sabaudia hanno diritto, come ogni altro cittadino, che venga garantito e tutelato il diritto alla salute, attraverso l’assicurazione della continuità della fruizione di tutti i servizi erogati nel distretto di sabaudia, anche qualora, per motivi personali, i singoli operatori debbano assentarsi”.

Per questo il Consigliere Gervasi ha richiesto un appuntamento con le Autorità per consegnare la petizione ed affrontare la questione. Una situazione che merita risoluzione e che Cittadini al Lavoro continuerà a monitorare per la tutela dei suoi concittadini.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com