img_3568

MUSICARTE, Cittadini al Lavoro Giovani punta alla cultura

Un momento di aggregazione e di promozione dei talenti locali: il Gruppo Giovani di Cittadini al Lavoro è tornato in campo a sostegno della cultura con una serata dedita all’intrattenimento. Venerdì sera (28 ottobre), presso il Bar Frida in corso Vittorio Emanuele II, è andata in scena la prima serata della Rassegna “Musicarte”, un dopo cena da trascorrere in compagnia dei Whitey Brownie, gruppo musicale che fa della Black Music il suo punto di forza, con un repertorio davvero accattivante. La formazione vede sul palco Micol Touadi alla voce, Alessandro Trani alla batteria e Manuel Spagnolo al basso.

Ad arricchire la serata, infine, le opere d’arte di una giovanissima ma talentuosa artista di Sabaudia, Daisy Triolo. Daisy ha partecipato a diversi concorsi nazionali ed internazionali: nel settembre del 2013 viene selezionata tra i 70 artisti partecipanti al progetto “AILAVIUitaly”, volto a promuovere i giovani artisti italiani in Australia; espone dunque nella galleria della Clock Tower situata nel cuore di Carlton, a Melbourne. Nel dicembre 2014 viene selezionata a “The time is now” Creative Art Contest promosso dall’ISTATO (Istituto Adriano Olivetti) di Ancona; dal 2015 invece è protagonista sul territorio della provincia pontina in diverse esposizioni, personali e collettive, grazie al circuito del Museo d’Arte Diffusa ideato e curato da Fabio D’Achille. Un’esperienza che cresce sempre più e che fa della giovane pittrice una delle artiste emergenti più apprezzate di Latina, ma non solo.

Direttrice artistica della rassegna Musicarte è Serena Scarano, anche lei artista e ideatrice di numerosi eventi musicali nel territorio pontino.

“E’ stata una serata di aggregazione grazie alla quale il pubblico ha potuto degustare la buona musica dei Whitey Brownie e lasciarsi ammaliare dalla verve artistica della talentuosa Daisy Triolo – commenta Luca Danesin, referente del Gruppo Giovani di Cittadini al Lavoro – Moltissimi giovani si sono ritrovati, hanno condiviso un momento di spensieratezza e si sono culturalmente arricchiti. E’ importante creare momenti di incontro per le nuove generazioni, nei quali possono nascere nuove idee e stimoli per fare di Sabaudia la città della cultura e dei giovani per 356 giorni all’anno. È il nostro impegno, che a piccoli passi crescerà e coinvolgerà sempre più le diverse realtà del territorio”.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com